Riccardomuci.it

Confinati

Gli sconfinati spazi della nostra mente, a volte si inceppano. Ora sei prigioniero di quella che era una macchina meravigliosa e perfetta…senza ricordi…non sei niente. La mente ti relega, inesorabilmente, a spazi sempre più angusti, prigioniero di uno di quei confini che una volta era uno spazio immenso. I tuoi occhi, sempre più spesso, guardano, ormai senza vedere, tranne in quei sempre più rari momenti che la malattia cognitiva concede.          2019